Sostituzione vasca in doccia

Sistema vasca nella vasca

Le nostre FAQ

  1. Trasformazione vasca in doccia
  2. Sovrapposizione e sostituzione vasche da bagno
  3. Sovrapposizione e sostituzione piatti doccia
  4. Rismaltatura vasche antiche con i piedini
Trasformazione vasca in doccia:

1. In quanto tempo viene eseguito il lavoro?
Il lavoro viene eseguito nell’arco di 6/8 ore, i tecnici della M.2 intervengono in due e, iniziando a lavorare al mattino, consegnano il lavoro terminato nel tardo pomeriggio al massimo. La sera stessa è possibile utilizzare la nuova doccia che avrà preso il posto della vasca.

2. Questo intervento si può eseguire per togliere vasche di ogni dimensione?
Si, è sempre possibile grazie al fatto che ogni lavoro è fatto su misura. La M.2 invia tecnici specializzati ad eseguire un sopralluogo per prendere tutte le misure necessarie e trovare i piatti doccia e i box doccia più appropriati alle varie situazioni.

3. Come viene risolto il problema della mancanza del rivestimento negli spazi occupati dalla vasca una volta che questa viene tolta?
Quando si toglie la vecchia vasca mancano i rivestimenti alle pareti dove questa poggiava e sul pavimento, ma ciò non costituisce un problema. Lo spazio sul pavimento viene occupato da piatti doccia lunghi quanto la vasca mentre sulle pareti vengono messe vere e proprie mattonelle. La M.2 ha scelto di non usare pannelli di materiali vari ma mattonelle vere, queste possono essere bianche, colorate o a mosaico per abbinarsi meglio al rivestimento già presente nel bagno.

Per questo intervento si beneficia della detrazione fiscale? Qual’ è la procedura per portare in detrazione fiscale la spesa sostenuta per il lavoro?
Si, questo lavoro rientra tra gli interventi di ristrutturazione edilizia, perciò tutti coloro che presentano la dichiarazione dei redditi o il modello 730 possono recuperare una parte della spesa sostenuta detraendola dalle tasse. Ad oggi è possibile detrarre il 50% della spesa e recuperare quindi la metà dei soldi. Per farlo è sufficiente pagare con bonifico bancario chiedendo allo sportello in banca di indicare l’apposita causale per le detrazioni di ristrutturazioni edilizie.


Sovrapposizione e sostituzione vasche da bagno:

1. Che differenza c’è tra la sovrapposizione e la sostituzione della vasca?
Nel caso della sostituzione, la vecchia vasca viene tagliata e asportata completamente, mentre nel caso della sovrapposizione, la vecchia vasca rimane sotto a quella nuova totalmente o parzialmente integra fungendo da appoggio e sostegno alla nuova vasca. In entrambi i casi i rivestimenti sopra e intorno alla vasca da bagno non vengono assolutamente danneggiati. La scelta tra la sostituzione e sovrapposizione viene effettuata dal cliente insieme al tecnico che a seconda dei casi specifici consiglia un lavoro piuttosto che un altro.

2. In quanto tempo viene eseguito il lavoro?
Il lavoro viene eseguito nell’arco di 3/4 ore ed è possibile utilizzare la nuova vasca dopo 24 ore.

3. Come si interviene sullo scarico della vasca?
La M.2 dispone di attrezzature specifiche per tagliare le vasche da bagno, in particolare è possibile tagliare anche solo la parte della vecchia vasca da bagno in corrispondenza dello scarico e sostituire l’intera colonna di scarico accedendo dall’interno e non rompendo nemmeno una mattonella, in questo caso il risultato sarà una vasca nuova e anche scarichi nuovi. In alternativa,se il cliente non è interessato alla sostituzione dello scarico e le misure della vasca lo consentono, è possibile far corrispondere gli scarichi della vasca nuova con quelli della vasca vecchia con dei raccordi specifici.

4. Di quale materiale è la nuova vasca installata?
La nuova vasca non è né un guscio né una pellicola ma una vera e propria vasca che potrebbe tranquillamente essere installata come primo impianto. Il materiale è metacrilato (5 mm) rinforzato in vetroresina (4 mm). Il metacrilato, o acrilico sanitario, è un materiale a superficie lucida dalle particolari caratteristiche di brillantezza e resistenza. Il metacrilato inoltre è più caldo al tatto e mantiene più a lungo la temperatura dell’acqua.
Questo materiale è liscio, ma poco sdrucciolevole, senza pori ed inattaccabile dai detersivi per bagni (non in polvere), quindi impeccabile dal punto di vista igienico. In più una semplice lucidatura lo riporta allo splendore originario.

5. Si può avere colorata la nuova vasca da bagno?
Si, è possibile scegliere tra diversi colori. In molti casi possiamo cercare il colore che più si avvicina agli altri sanitari già presenti nel bagno.


Sovrapposizione e sostituzione piatti doccia:

1. Che differenza c’è tra la sovrapposizione e la sostituzione del piatto doccia?
Nel caso della sostituzione, il vecchio piatto doccia viene tagliato e asportato completamente, mentre nel caso della sovrapposizione la parte esterna del vecchio piatto doccia viene lasciata sotto a quello vecchio . In entrambi i casi i rivestimenti sopra e intorno al piatto doccia non vengono assolutamente danneggiati. La scelta tra la sostituzione e sovrapposizione viene effettuata dal cliente insieme al tecnico che a seconda dei casi specifici consiglia un lavoro piuttosto che un altro.

2. In quanto tempo viene eseguito il lavoro?
Il lavoro viene eseguito nell’arco di 3/4 ore ed è possibile utilizzare la nuova doccia dopo 24 ore.

3. Come si interviene sullo scarico del piatto doccia?
La M.2 dispone di attrezzature specifiche per tagliare i piatti doccia e accedere ai vecchi scarichi per sostituire il sifone e l’intera raccorderia di scarico e per fare così uno scarico nuovo per il nuovo piatto doccia non rompendo nemmeno una mattonella.

4. Che di che materiale è il nuovo piatto doccia che viene installato?
Il nuovo piatto doccia è in metacrilato (5 mm) rinforzato in vetroresina (4 mm). Il metacrilato, o acrilico sanitario, è un materiale a superficie lucida dalle particolari caratteristiche di brillantezza e resistenza. Questo materiale è liscio, ma poco sdrucciolevole, senza pori ed inattaccabile dai detersivi per bagni (non in polvere), quindi impeccabile dal punto di vista igienico. In più una semplice lucidatura lo riporta allo splendore originario.

5. Si può avere colorato il nuovo piatto doccia?
Si, è possibile scegliere tra diversi colori. In molti casi possiamo cercare il colore che più si avvicina agli altri sanitari già presenti nel bagno.


Rismaltatura vasche antiche con i piedini:

1. In quali casi è possibile effettuare il lavoro della rismaltatura?
La rismaltatura viene eseguita solo per le vasche da bagno antiche con piedini o zampe in stile "Liberty" e per le vecchie vasche da bagno modello a grembiale.

2. E’ possibile dotare queste vasche antiche di nuovi scarichi?
La M.2 è in grado di fornire un nuovo gruppo di scarico (colonna a vista) nelle versioni: cromo, argento satinato, oro lucido, oro satinato, oro spazzolato.

3. E’ possibile personalizzare la vasca mentre si restaura?
Mentre viene ristrutturata, il cliente può scegliere tra tante combinazioni di colori sia per l’interno della vasca che per l’esterno e personalizzare così, ancora di più un oggetto tanto particolare che torna a nuova vita.



Richiedi Infomazioni

Approfitta delle promozioni in corso! Lascia i tuoi dati, ti contatteremo al più presto.

 (*)

 (*)

 (*)

 (*)

Ho preso visione dell'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati personali.


Inserite il codice di verifica, che leggete nell'immagine.

Carica un nuovo codice
Codice di verifica

(*) Campi Obbligatori